iOS13 continene una miriade di nuove funzionalità, alcune delle quali erano attese già da troppo tempo.

iOS13 Beta

Avete presente quando esce una nuova versione del sistema operativo in Beta Pubblica? E quando tutti i reviewer vi dicono di non installarla sul vostro dispositivo principale? Ecco, io no a quanto pare! Ho messo iOS13 sul mio iPhone 7 Plus a partire dalla Public Beta 1 e, onestamente, l’esperienza non è stata terribile e sono qui per raccontarvela.

Per chiarire subito di cosa stiamo parlando, io ho utilizzato le Public Beta di iOS13, ovvero le Beta che Apple rilascia al grande pubblico e a cui tutti possono iscriversi per provare le nuove funzionalità e segnalare bug o problemi. Esiste un altro canale di distribuzione delle Beta, quello riservato agli sviluppatori, il cui scopo è quello di permettere di aggiornare le applicazioni sfruttando nuove funzionalità e adattandole alla nuova piattaforma. Le Developer Beta sono in genere molto più instabili e molto più frequenti rispetto alle Public Beta.

Considerate inoltre che, da questa release, i sistemi operativi di iPhone e iPad si differenziano, declinandosi in iOS per i telefoni e in iPadOS per gli iPad. Oggi parleremo solo della versione per smartphone.

Cosa c’è di nuovo

Le novità introdotte in iOS13, rendono finalmente degno del mercato il sistema operativo della Mela. Alcune modifiche, che possono sembrare solo di dettaglio, sono in realtà richieste che il pubblico fa da anni e che Apple, forse, ha impiegato un po’ troppo a introdurre. Vediamole insieme.

Dark Mode

In pieno stile 2019, anche Apple aggiorna il propria sistema operativo inserendo la Dark Mode.

A differenza della già presente Inversione colori, pensata, per lo più, per chi ha problemi di vista, questo è un vero e proprio stile diverso dei menù e si estende per tutto il sistema operativo.

Dark Mode iOS13
Dark Mode iOS13

Io la tengo attiva dal giorno 0 e rimane molto piacevole e meno pesante sugli occhi rispetto al tema chiaro. Inoltre, se avete un display OLED, vi consente anche di risparmiare batteria, in quanto il nero viene rappresentato fisicamente spegnendo i singoli LED.

L’unico problema che ho notato finora è sull’applicazione Mail. Qualora vi mandino codici a barre o QR Code, il lettore potrebbe fare fatica a leggerli. In questo caso è semplicemente sufficiente tornare temporaneamente al tema chiaro e poi ripristinare quello scuro. Come si vede dal video, l’operazione è infatti istantanea.

Leggi anche:  Brand News, le ultime notizie 15/01/2019

Slider del volume

Come ben sa chi usa quotidianamente un iPhone, nel momento in cui ci si trova ad alzare o abbassare il volume, un bel quadrato con il simbolo dell’altoparlante viene visualizzato al centro dello schermo, andando bellamente a coprire tutto quello che stiamo facendo (e, soprattutto, guardando).

Con iOS13, invece, succede questo:

Barra Volume iOS13
Barra Volume iOS13

Finalmente viene visualizzata una piccola barra laterale che disturba molto meno e consente di continuare a godersi i contenuti multimediali senza interruzioni.

Davvero Apple? Abbiamo dovuto davvero aspettare il 2019 per questo?

Tastiera Swipe

E finalmente passiamo a una delle funzionalità che più ho atteso in questi anni, la Tastiera Swipe.

“Eh ma si poteva già usare, bastava usare la SwiftKey!!!11!!!1”.. No, non è la stessa cosa. Averla integrata nelle tastiere proprietarie è davvero diverso, poter godere di tutte le funzionalità della tastiera integrate nel sistema operativo e poter usare lo swipe, è impagabile. Certo è che la concorrenza ci è arrivata un pochino prima eh.

Il funzionamento è del tutto simile a quello di qualsiasi tastiera swipe, basta premere il dito sulla prima lettera e iniziare a scorrere sulle lettere che compongono la parola. Scorrendo, compare un piccolo segno che segue il dito.

Tastiera Swipe iOS13
Tastiera Swipe iOS13

Accesso rapido alle reti Wi-Fi e dispositivi Bluetooth

A mio avviso, questa funzionalità sarebbe dovuta essere presente sin dal giorno 1 del nuovo Control Center, ma abbiamo dovuto aspettare iOS13 a quanto pare. Finalmente, dai pulsanti di attivazione di Wi-Fi e Bluetooth è possibile accedere alla lista delle reti Wi-Fi disponibili e dei dispositivi associati. Da qui è possibile collegarsi rapidamente a reti e dispositivi senza dover necessariamente passare dalle Impostazioni del dispositivo.

Collegamento Wi-Fi e Bluetooth Control Center
Collegamento Wi-Fi e Bluetooth Control Center

Per accedere ai nuovi collegamenti è necessario prima espandere la visualizzazione relativa e poi esercitare una pressione prolungata su i pulsanti di Wi-Fi e Bluetooth.

Caricamento ottimizzato

Apple ha inserito una funzione il cui scopo è quello di proteggere la batteria per aumentarne la vita. L’idea dietro Caricamento ottimizzato è quella di imparare le abitudini dell’utente per migliorare il processo di ricarica del dispositivo.

La tecnologia delle batterie al litio richiede che la carica stia il più possibile tra il 20 e l’80 percento (o comunque il più lontano possibile da 0 e 100), in questo modo la batteria si stressa meno e la vita della stessa aumenta. Fare manualmente questa operazione è quasi impossibile, tutti abbiamo bisogno del nostro telefono e non possiamo stare attenti a quanto lo carichiamo e per quanto tempo e noi tutti vogliamo iniziare la giornata con la batteria al 100%.

Leggi anche:  Notizie della settimana 18 - Recensility News

Ma quindi Caricamento ottimizzato, cosa fa? Se anche voi, come molti, caricate il telefono di notte, iPhone capirà quando vi svegliate abitualmente e farà in modo che la carica venga interrotta al 90% fino a 30 minuti prima della vostra sveglia. In questo modo l’iPhone non sarà stato tutta la notte al 100%, ma voi avrete comunque la batteria carica al mattino.

Vi faccio vedere un esempio in una mia notte di insonnia:

Caricamento ottimizzato iOS13
Caricamento ottimizzato iOS13

In questo caso avevo la sveglia alle 7, ma alle 3 del mattino la ricarica era già stata bloccata al 90%. Quando poi mi sono svegliato la batteria era ovviamente al 100%, poiché la ricarica è stata ripresa alle 6:30.

Miglioramenti sulla modifica di foto e video

Apple ha introdotto nuove funzionalità di modifica delle foto, integrate direttamente nell’app nativa. Utilizzando queste funzionalità, potremo fare molte modifiche a foto e video senza dover passare da app di terze parti.

Modifica Foto iOS13
Modifica Foto iOS13

Con le nuove possibilità offerte dall’app Foto potremo ora ritoccare cose come luminosità, colore, temperatura. saturazione, ecc..

Piccole altre novità

  • Come avrete già notato dalle precedenti immagini, è stato aggiornato il simbolo della batteria, che è un po’ più tondeggiante.
  • Ora, impostando la sveglia tramite lo strumento di monitoraggio del sonno (introdotto su iOS12), l’orario verrà riportato anche sulla lista delle sveglie e verrà riportato il simbolo di sveglia attiva. Ogni volta avevo l’impressione di non aver messo la sveglia!
Sveglia iOS13
Sveglia iOS13
  • Il menù di condivisione viene completamente rivisto, ora appare così:
Menù Condivisione iOS13
Menù Condivisione iOS13
  • Trova il Mio iPhone diventa semplicemente Trova, infatti è ora possibile localizzare tutti i propri dispositivi Apple, compresi i MacBook. Infatti, con la nuova versione di macOS, saranno in grado di lanciare dei ping Bluetooth ai dispositivi Apple vicini, che ne rimbalzeranno la posizione sui server Apple.
  • Apple ha anche aggiornato l’app Promemoria, che ora ci accoglie con una nuova interfaccia e una pagina riassuntiva di tutti gli elenchi di promemoria che abbiamo.
Promemoria iOS13
Promemoria iOS13

Esperienza d’uso della Beta

Considerando che non sono nuovo alle Beta, sapevo a cosa sarei andato incontro, ma iOS13 mi ha abbastanza stupito in positivo.

Leggi anche:  Honor, un grande successo confermato dai numeri

I problemi più grossi che ho avuto sono stati nelle prime tre Beta, infatti molte applicazioni crashavano o comunque non funzionavano a dovere, poi, tra aggiornamenti da parte degli sviluppatori e aggiornamenti del sistema operativo, il problema si è risolto in fretta. Considerate che questo è un punto molto importante, ho avuto problemi con app come N26 o l’applicazione del condizionatore, problemi su queste app potrebbero risultare davvero poco piacevoli nell’uso quotidiano.

Ho avuto problemi di gestione del background, in quanto ci sono state occasioni in cui era sin troppo aggressivo, con app killate dopo pochi secondi, o troppo permissivo, causando un battery drain notevole.

Per il resto c’è stato solo qualche glitch grafico nei menù o in qualche applicazione, ma non ho avuto impedimenti particolari, anche nelle situazioni più impegnative.

Unico neo, però, è che anche ad oggi, mentre siamo prossimi al rilascio e per me è già disponibile iOS13.1, le prestazioni non sono il massimo, il mio iPhone 7 Plus inizia a sentire il peso degli anni e la nuova versione del sistema operativo non aiuta (al contrario di quello che successe con iOS12).

Conclusioni

Ovvimanete non pretendo di aver coperto tutti gli aggiornamenti presenti su iOS13, ma spero di avervi dato un’idea più o meno sommaria di quello che ci sarà da aspettarsi dal 10 settembre in poi. Apple non si è certo sprecata con le modifiche, ma alcune di esse, come la tastiera swipe e lo slider del volume, sono cose che la concorrenza ha da anni e che Apple ha aspettato un po’ troppo a mettere in campo. Sono sicuro comunque che saranno tutte modifiche più che apprezzate dagli utenti.

Per saperne di più su iOS13 e i nuovi iPhone vi invito a continuare a seguirci!

Author: Riccardo Ierardi

Rispondi