Honor Band 4 Running Edition, recensione completa

Honor Band 4 Running Edition

Esattamente il 17/12/2018 usciva qui sul sito la nostra recensione di Honor Band 4 ed altrettanto esattamente (in realtà due giorni prima) iniziava il periodo di prova con la sua sorellina minore Honor Band 4 Running Edition.

Il test è durato un ciclo di scarica della batteria (quindi potete già fare 2 conti sulla durata) ed è giunta l’ora di scriverne questa recensione completa.

Ecco gli argomenti che andremo a trattare:

  1. Materiali e indossabilità
  2. Funzioni
  3. Applicazione
  4. Batteria
  5. Altre info
  6. Conclusioni e consigli

Al tempo non ci fu unboxing dunque partiamo dal contenuto della confezione, abbastanza piccola e di color azzurro, all’interno della quale troviamo:

  • Honor Band 4 Running Edition
  • Supporto per ricarica
  • Piastrina per applicare il dispositivo alle scarpe
  • Manualetti in cinese

Materiali ed indossabilità

Il cinturino è molto piccolo rispetto alle altre smartband ma realizzato in TPU, materiale plastico che grazie alle sue caratteristiche rende l’oggetto semi-rigido ma estremamente robusto.
La chiusura è quella classica degli orologi e nella linguetta che limita lo svolazzare del cinturino in eccesso, è incisa la scritta Honor.

Il display è un P-OLED da 0,5″ che, a differenza di Honor Band 4, è in bianco e nero.
Solo il tasto di comando è touch, mentre i problemi maggiori si hanno sicuramente in condizione di luce intensa dove il display diventa pressoché inutilizzabile (situazione simile a Mi band 3).

Sul lato opposto al display non è presente il sensore per il battito cardiaco.
Il peso è davvero irrisorio, 22 grammi.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Funzioni

A differenza della sua sorellona maggiore non possiede l’ NFC (tra l’altro per noi abbastanza inutile) ed ha un menù decisamente meno ricco e molto più sintetico: si possono scrollare le pagine del menù pigiando il pulsante touch, in ordine sono:

  • Simbolo Scarpa: numero di passi effettuati nel giorno.
  • Simbolo Strada: numero di km effettuati nel giorno.
  • Simbolo Fiamma: numero di calorie bruciate.
  • Simbolo Luna: numero di ore dormite nell’ultima sessione di sonno.
  • Simbolo Smartphone: funziona trova il mio smartphone
  • Simbolo 3 quadrati e un tondo: Menù, informazioni, riavvio, spegnimento.
Leggi anche:  Recensioni & Unboxing a manetta!

Si possono abilitare le notifiche, in questo caso riceveremo un avvertimento mediante vibrazione e sul display apparirà la classica nuvoletta dei messaggi.

Applicazione

App Healt
App Healt del tema Light Lasts di Honor 10

L’applicazione è quella standard di Huawei ovvero Healt, disponibile gratuitamente su PlayStore e su AppStore (anche se esteticamente diversa e con qualche limite) e permette diversi settaggi nelle impostazioni e la consultazione dei dati registrati con grafici dedicati.

Con l’aiuto delle didascalie delle immagini sottostanti ecco le diverse funzioni disponibili:

Ha fatto un po’ di confusione, specialmente sul sonno, comunque ecco le immagini che aiutano a capire meglio:

Questo slideshow richiede JavaScript.

Batteria

Che dire della batteria se non che è semplicemente dura a morire?
La recensione di Honor Band 4 è uscita il 17/12, io però la avevo già al polso da 2 giorni, mentre scrivo questa recensioni è il pomeriggio del 31/12, questo ci indica una durata di ben 16 giorni.

La piccola batteria, ovviamente integrata, è da 77 mAh e come detto detto fa ottimamente il suo lavoro.

Molto più comodo il sistema di ricarica rispetto ad Honor Band 4, infatti è presente un piccolo adattare USB che ne consente la ricarica. E’ necessario però estrarre la band dal cinturino, operazione semplicissima.

Altre info

  • Il dispositivo è impermeabile e resiste fino a 50 atmosfere.
  • Il chip Bluetooth presente all’interno della scocca è 4.2 , nessun problema di connessione con: Honor 10, Samsung Galaxy A7 e OnePlus 6t.
  • E’ presente un accessorio per applicare la band ai lacci delle scarpe e aumentare quantità e precisione dei dati consultabili successivamente da smartphone.
  • Presente la modalità sveglia silenziosa che personalmente trovo molto utile.
  • Presenti anche la modalità legate all’attivazione mediante movimento del polso.
Honor Band 4 Running Edition, Recensione completa -Supporto video-

Leggi anche:  Blitzwolf disse luce, e luce fu! Recensione BW LT8 e LT9

Prezzo

Il dispositivo è in vendita per una cifra di poco superiore ai 22 € su Geabest, mentre su Amazon si può trovare ad un prezzo leggermente inferiore ai 30€.

Honor Band 4 Running Edition su Gearbest

Honor Band 4 Running Edition su Amazon

Conclusioni e Consigli

Probabilmente in molti non saranno d’accordo con la mia analisi ma io ho addirittura preferito questo dispositivo ad Honor Band 4 “normale”.
Spiego perché: comodità, durata della batteria, robustezza e design diverso dal solito, a mio parere sono parametri più importanti dell’avere un bel display a colori e il sensore cardiaco.

L’inutilità dell’NFC e la pessima gestione delle notifiche in Honor Band 4, mettono poi la “Running Edition” praticamente sullo stesso livello anche in questi campi.
E dunque: costa meno, è più carina, praticamente ha le stesse funzioni e in generale io l’ho trovata più a fuoco rispetto alla sua sorella maggiore.

Come sempre però è un’opinione personale! Grazie


Bene, per questo articolo è tutto, se vi fosse piaciuto vi invito a condividerlo con tutti coloro che potrebbero essere interessati; inoltre c’è la possibilità di commentare nella sezione dedicata qui sotto se aveste domande, dubbi o perplessità.
Io vi ricordo di iscrivervi al sito tramite mail e di seguirci sui nostri Social:
Facebook , Instagram , Telegram e YouTube 

Un saluto!

Author: Gigi Cioffi

Rispondi