3 ottimi Power Bank, qualità/prezzo e caratteristiche al top

Gli Smartphone moderni sono dispositivi straordinari, con funzioni incredibili ma sono anche affamati di energia e spesso le batterie integrate in essi non sono sufficienti a fornire il fabbisogno necessario.

Che problema c’è, quando la percentuale scende sotto il 20% lo metto in carica!

Vero, ma non sempre è possibile avere accesso ad una fonte di energia utilizzabile, insomma ok siamo nel 2018, ma le prese di corrente ancora per strada non si trovano.

Cos’è un Power Bank?

I Power Bank in questi termini ci vengono in aiuto!  In breve, questi dispositivi accumulano energia quando vengono messi in carica per poi essere utilizzati come batterie esterne qualora ce ne fosse bisogno.

Sul mercato ci sono un’infinità di dispositivi e orientarsi non è mai un’operazione semplice; in questo articolo vi propongo 3 Power Bank che si differenziano tra loro per capacità (quindi quantità di energia accumulabile) e soprattutto per funzionalità e caratteristiche.

Partiamo col primo dispositivo:

RAVPower IT RP-PB17(S)

La scocca è in allumino anodizzato

Senza dubbio il Power Bank che utilizzo più spesso.
Per dare qualche numero si tratta di un dispositivo da 6700 mHa che quindi mediamente è in grado di ricaricare uno smartphone per un paio di volte abbondanti.

La caratteristica principale che lo contraddistingue però è la compattezza, infatti sta comodamente in tasca e nonostante sia abbastanza pesante (circa un etto e mezzo) mi accompagna in tutte quelle giornate lunghe in cui probabilmente la batteria dello smartphone mi lascerebbe a piedi.

La scocca è in alluminio, robusta ma elegante e sono presenti 4 led di stato che indicano la quantità di energia rimasta.
Da segnalare inoltre che l’ uscita è a 2,4 A il che rende la ricarica veloce e che in confezione è presente il cavo per ricaricare il dispositivo (microUsb) e una comoda custodia.

Link per l’ acquisto:

Leggi anche:  Mi band 3, 40 giorni di utilizzo, Recensione e Considerazioni

RAVPower IT RP-PB17(S) su Amazon

Cavo usb/lightning lunghezza 10 cm 

Mi Power Bank 5000 mAh

Anche qui abbiamo una scocca in alluminio e parti laterali plastiche

Beh in questo caso abbiamo una capienza inferiore, infatti con 5000 mAh riusciamo mediamente a fare una ricarica e ” un po’ ” di uno smartphone.

La differenza rispetto al precedente dispositivo è tutta nella forma, in questo caso avremo un dispositivo più piatto ( poco meno di un cm ), leggermente più leggero ideale da portare in borsa per le signore o comunque nello zaino per gli studenti.

Dopo la mia visita al Mi Store di Arese ho sostituito il mio vecchio e stanco Power Bank di Anker ( fuori produzione perciò non ve lo linko) acquistando questo dispositivo e mi trovo molto bene.
Qui in basso il link Banggood di quella che pare essere la seconda versione che io ho ovviamente ordinato e sono in attesa della consegna.

Mi Power Bank 2 5000 mAh

Wofalo WirelessCDB

Questo dispositivo è decisamente più complesso rispetto agli altri 2 presenti in questo articolo: innanzi tutto è il più capiente, con i sui 10000 mAh consente mediamente la ricarica almeno per 3 volte di uno smartphone.

Ma la differenza non è tutta qui infatti permette di caricare in maniera simultanea ben 3 device : innanzi tutto il lato piatto con il logo Wofalo è in realtà una superficie di ricarica wireless (esattamente come una basetta), poi è presente un cavo di ricarica microUsb integrato e infine abbiamo una porta fast charge che consente la ricarica di un terzo dispositivo.

Valore aggiunto poi 2 piccoli adattatori che possono commutare un connettore microUsb in un connettore lightning, uno ha una sua sede nel case del Power bank l’ altro di riserva.

Leggi anche:  Lenovo Watch 9, molto bello e poco smart


Ovviamente però questo dispositivo ha dimensioni ( 16 cm x 7,4 x 1,5 h cm) e peso ( circa 3 etti) ben superiori rispetto agli altri Power Bank presi in esame, perciò non si può proprio considerare come compagno di viaggio quotidiano.

Il suo utilizzo va pensato forse in maniera differente: a me, ad esempio, è stato utilissimo in vacanza, infatti con un unico strumento potevo caricare contemporaneamente il mio iPhone 8 (wireless), la Action camera ( microUsb) e lo Xiaomi Mi A1 della mia compagna ( con cavo di tipo C alla porta fast charge ).

Insomma un Power Bank più complesso, più caro ma che ha decisamente un senso se lo si sfrutta in maniera adeguata. Ecco il link per l’ acquisto:

Wofalo WirelessCDB su Amazon

Conclusioni

Ci sono altri mille Power Bank con altre mille funzioni che meriterebbero di essere approfondite ma per questo articolo è tutto.
Spero di avere l’ opportunità di provare e testare altri dispositivi per potervi poi essere utile nel momento in cui dovrete fare un acquisto.

Link utili:

Iscrizione ad Amazon Music , gratuita per i primi 30 giorni con 40 milioni di canzoni a vostra disposizione e disattivabile in qualsiasi momento (anche subito dopo il mese di prova). Una chicca!

Iscrizione ad Amazon Prime Video , gratuita per i primi 30 giorni con migliaia di film e serie tv a vostra disposizione e disattivabile in qualsiasi momento (anche subito dopo il mese di prova). Da provare!

Se l’ argomento vi ha appassionato scrivetelo nei commenti, ricordatevi di iscrivervi al blog e di seguirmi sui social.

Mi raccomando!

Un saluto

Author: Gigi Cioffi

Rispondi