Recensione AQL Force Sport, auricolari True Wireless fascia media

La tecnologia True Wireless applicata agli auricolari ha portato grandi vantaggi in termini di comodità e il mercato dei dispositivi che la utilizzano è in pieno sviluppo.
Non avere fastidiosi fili permette una maggiore libertà di movimento e allo stesso tempo, almeno per esperienza personale, diminuisce la possibilità di incidenti dovuti a distrazioni, specie se si fa sport.

Un mercato frizzante

Il mercato legato a questa tecnologia è in pieno sviluppo e la caccia sembra avere un obiettivo piuttosto chiaro, raggiungere la qualità offerta dalle AirPods di Apple mantenendo allo stesso tempo un prezzo più accessibile.

Impresa più facile a dirsi che a farsi!
In vendita, soprattutto su Amazon, ma anche molti altri store, si possono trovare centinaia di auricolari True Wireless dei più diversi brand, con prezzi a partire da più o meno 15 € e qualità complessiva che varia “dalla schifezza al buon prodotto“.

AQL Force Sport

Il dispositivo di cui parleremo questa sera appartiene alla fascia media (di prezzo) del mercato ed è un prodotto marchiato AQL (acronimo di Audio Quality Lab), brand di proprietà di Cellularline.
Si tratta della versione sportiva dal nome: Force Sport.

Contenuto della confezione

Abbiamo già visto il contenuto della confezione (maledettamente difficile da aprire) nell’unboxing ,che comunque possiamo sintetizzare in:

  • Coppia di auricolari
  • Case di ricarica
  • Cavo di ricarica microUSB
  • 6 coppie di gommini
  • 2 archetti siliconici di ricambio
  • Libretto di istruzioni (multilingua, italiano compreso)

Questo slideshow richiede JavaScript.

Aspetto e indossabilità

Gli auricolari sono abbastanza grandi, coprono quasi per intero il padiglione, ma molto leggeri.
Sulla parte esterna, che in entrambi gli auricolari ospita il tasto azione, troviamo la scritta AQL e il LED indicatore, mentre nella parte a contatto con l’orecchio troviamo i pin di ricarica e l’archetto di protezione.

Leggi anche:  Sony Xperia XZ1 - Recensione Completa

Il case di ricarica integra un’ampia batteria in grado di ricaricare per ben 5 volte (abbondanti) gli auricolari, ma ovviamente paga pegno in termini di dimensioni.
Il diametro abbondante e l’altezza considerevole fanno si che sia difficilmente trasportabile nella tasca dei pantaloni e questo è un aspetto che non si può non considerare; 4 LED e un pulsante ci permettono di capire lo stato della ricarica, l’alloggiamento per gli auricolari è magnetico mentre quello del case stesso è ad incastro.

In termini di indossabilità per prima cosa bisogna dire che è assolutamente necessario trovare il gommino giusto tra i tanti messi a disposizione!
Si perché stiamo parlando di auricolari in-ear è di conseguenza la giusta scelta è certamente fondamentale.

Sono molto semplici da indossare ma bisogna fare un po’ di esperienza prima di trovare la posizione migliore per evitare fastidi, specie per un lungo utilizzo.
Un piccolo dentino (vedi foto) agli inizi tendeva sempre a puntare sull’orecchio e questo, alla lunga, mi provocava dolore; dopo un po’ di tentavi, trovata la giusta posizione, l’esperienza è decisamente migliorata.

Sono IpX5 dunque resistenti alla pioggia e al sudore.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Funzionalità

La procedura di accoppiamento allo smartphone è semplicissima e ben spiegata nel libretto di istruzioni, anche il pairing è immediato e ben gestito (è comunque possibile utilizzare anche un solo auricolare in modalità mono).

Dal punto di vista delle funzionalità però, non c’è molto, anzi praticamente niente.
Infatti in chiamata possiamo solo accettare e chiudere la chiamata, mentre in modalità musica possiamo solo dare play o pausa.
Un po’ pochino, passi non avere l’assistente vocale, ma l’assenza della possibilità di skippare canzone o gestire il volume sono mancanze considerevoli.

Leggi anche:  Xiaomi Mi8, Recensione dopo un mese di utilizzo

Suono

Le Force Sport di AQL suonano davvero bene, questo è senza dubbio l’aspetto più positivo di questo device.
Mi pare evidente che abbiano puntato molto sulla qualità sonora riuscendo ad ottenere risultati più che soddisfacenti; i suoni alti sono puliti e ben definiti mentre i bassi sono presenti e gestiti molto bene.
Quasi inesistenti i fruscii (ha un chip bluetooth 5.0 al suo interno) e anche con le tracce audio più complicate l’esperienza è più che piacevole.

Anche la qualità della sincronizzazione tra audio e video è quasi perfetta.
Quasi si, perché un occhio particolarmente allenato potrebbe non essere d’accordo, comunque vedere video su Youtube o Netflix è una cosa fattibile senza problemi e senza imprecare. Questo è un aspetto molto positivo.

In chiamata si sente bene e nessuno tra i miei interlocutori mi ha segnalato particolari problemi se non il volume un po’ basso.

Pregi e difetti

Prima delle conclusioni andiamo a riepilogare quali sono i principali pregi e i principali difetti di questo dispositivo:

Pregi

  • Qualità audio ottima
  • Batteria del case eccezionale

Difetti

  • Funzionalità limitate all’essenziale
  • Dimensione del case non tascabile

Conclusioni

Sarò sincero è affermo che al prezzo di listino, 79,9 € sono care.
Io le ho acquistate da Unieuro, dove sono ancora in offerta, per 49,9 € è già possono avere più senso.

In pratica sono una via di mezzo tra le AirPods (che rappresentano la fascia alta), pur non avendone la qualità generale e tutte le funzionalità, e le centinaia di auricolari low-cost presenti sul mercato, con qualità audio peggiore e ugualmente senza funzionalità (e se le hanno non funzionano).

Leggi anche:  Unboxing P8 e Smartwatch del Carrefour!!

Dovete valutare pregi e difetti e poi scegliere quello che più ritenete importante.

Personalmente sono un fortunato possessore delle AirPods e ad oggi le trovo insuperabili, ritengo anche che siano stati soldi ben spesi, ma qui per carità, è questione di gusti ed opinioni!
Ah si prima di chiudere, Xiaomi ha lanciato le sue AirDots qualche giorno fa e non vedo l’ora di provarle e recensirle!


Bene, per questo articolo è tutto, se vi fosse piaciuto vi invito a condividerlo con tutti coloro che potrebbero essere interessati; inoltre c’è la possibilità di commentare nella sezione dedicata qui sotto se aveste domande, dubbi o perplessità.
Io vi ricordo di iscrivervi al sito tramite mail e di seguirci sui nostri Social:
Facebook , Instagram , Telegram e YouTube 

Un saluto!

Author: Gigi Cioffi

Rispondi