Recensione Samsung Galaxy Fit E

Samsung Galaxy Fit E è il più economico tra i dispositivi da polso del colosso sudcoreano ed è una fitband entry-level dalle caratteristiche semplici, ma efficaci.
Dunque dopo Mi Band 3, Lenovo Watch 9, Honor Band 4 e tanti altri è giunta l’ora di porre la lente di ingrandimento su questo piccolo dispositivo di casa Samsung.

Prima di iniziare vi ricordo:

  • di iscrivervi al nostro CANALE YOUTUBE ed attivare la CAMPANELLA per le NOTIFICHE
  • ma non tutti i video hanno un articolo alle spalle ed allora ecco il link per la NEWSLETTER del sito
  • infine ecco tutti i nostri social dove potrete trovare praticamente di tutto! INSTAGRAM , FACEBOOK e TELEGRAM

Internet è stracolma di occasioni per risparmiare e di offerte interessanti per accaparrarsi un oggetto desiderato, magari senza dare in sacrificio uno dei propri organi non strettamente fondamentali alla sopravvivenza.
Proprio in quest’ottica noi VI CONSIGLIAMO Riprovaci.it e i suoi canali Telegram.

Ecco i link per iscrivervi direttamente ai canali:

CANALE PRINCIPALE

(offerte a tutto tondo: grandi e-commerce on-line come Amazon, Banggood, Gearbest ecc
ma anche store con negozi fisici come Unieuro, Mediaworld ecc
e poi ancora tante altre soluzioni per risparmiare)

CANALE OFFERTE LAMPO

(dedicato esclusivamente alle offerte lampo, quelle a tempo o quantità limitati, di Amazon

Iscrivetevi! 
E iniziate a risparmiare!


Leggi anche:  Recensione Amazfit Bip e paragone con Mi Band 3

Come ormai da abitudine vi lascio al video su Youtube, seguito dal contributo scritto, dettagliato, con tutte le informazioni necessarie.
Che dire dunque, buona visione/lettura:

Recensione Galaxy Fit E - La mini fitband di Samsung!

 Andiamo con ordine e scopriamo tutti gli argomenti che saranno trattati:

  1. Materiali e indossabilità
  2. Funzioni
  3. Applicazione
  4. Batteria
  5. Altre info
  6. Conclusioni e consigli
Samsung galaxy fit e recensility
Contenuto della confezione

Materiali e indossabilità

Confezione

Abbiamo già visto l’unboxing qualche giorno fa, se ve lo siete persi ecco qui il link che fa per voi https://wp.me/pa3vHw-1ra
La confezione si presenta piccola, elegante e molto curata: sul lato principale viene proposta la foto del dispositivo mentre sulle altre alcune informazioni utili.

Al suo interno, oltre alla fitband, non c’è molto. Solo supporto per la ricarica (di cui parleremo più avanti nella sezione batteria) e un ampio manuale di istruzioni (fin eccessivo!).
Il packaging comunque nel complesso è di ottimo livello.

Leggi anche:  Alfawise auricolari TWS V5 Low cost- Recensione completa

Materiali

Partiamo dal cinturino, realizzato in materiale siliconico ed intercambiabile con la possibilità di tre colori: bianco, nero e giallo (un solo cinturino comunque sarà presente in confezione).
Il sistema di chiusura è particolare, simile a quello di Mi Band 3 ma con la parte di cinturino in eccesso da infilare a contatto con il polso.
Difficilissimo da spiegare a parole, meglio una foto:

Il cinturino è largo solo 13 mm per poi allargarsi leggermente laddove deve alloggiare il corpo della fitband.
La parte operativa infatti ha una dimensione di circa 16 mm, è piccolissima, non è presente alcun tasto azione e dispone di un display PMOLED da 0,74 pollici in bianco e nero.
Buono, ma con 2 difetti: il primo è dovuto alle dimensioni davvero minime e il secondo è relativo alla visibilità sotto la luce diretta del sole, praticamente minima.

Sul lato a contatto con il polso sono presenti i sensori necessari per i rilevamenti, tra cui anche quello per la frequenza cardiaca, e i pin che permettono la ricarica del dispositivo.
Il chip bluetooth al suo interno è 5.0 e il dispositivo è impermeabile e resistente fino a 5ATM (non testato personalmente).
Nel complesso i materiali di Samsung Galaxy Fit E sono di buona fattura e questo, senza dubbio, si riflette sulla sua indossabilità.

ACQUISTA SAMSUNG GALAXY FIT E SU AMAZON

Indossabilità

Nel complesso questa fitband pesa solo 15 grammi, al polso risulta occupare praticamente la metà della superficie rispetto alla maggior parte dei dispositivi equivalenti.
In pratica è come non sentirla addosso.
Questo è senza dubbio uno degli aspetti più positivi di Samsung Galaxy Fit E.
Dal punto di vista estetico non mi dispiace per niente, le linee fini ed eleganti rendono questo dispositivo interessante anche per le ragazze

 

Leggi anche:  Samsung Gear S3 Frontier: ancora valido?

Funzioni

Interagire in maniera diretta con la band non è previsto, infatti sarà esclusivamente possibile visualizzare i dati e navigare tra i vari widget mediante tap sul display.

Questi sono personalizzabili nella quantità visualizzabile sul dispositivo e sono:

  • Passi
  • Calorie
  • Sonno
  • Meteo
  • Calendario
  • Frequenza cardiaca

Le attività fisiche verranno comunque registrate autonomamente qualora Samsung Galaxy Fit E si “accorgesse” che ne state effettuando una.

E’ possibile ricevere le notifiche dallo smartphone (selezionabili dall’applicazione), ma non si può rispondere in alcun modo.
Ovviamente lo spazio sul display è minimo e di conseguenza la notifica non sarà il massimo, ma comunque è una funzionalità importante, che anzi io considero addirittura fondamentale (il mio telefono è sempre silenzioso).
Curiosità? Anche se abbiamo il contatto salvato in rubrica, verrà notificata la chiamata con il numero e non con il nome…bah…

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

Applicazione

L’applicazione per gestire le impostazioni è Galaxy Wearable, mentre per i resoconti di attività e salute c’è Samsung Healt.
Attenzione però, se non possedete uno smartphone dell’azienda sudcoreana dovrete gioco forza scaricare in aggiunta anche Samsung Accessory Service e Galaxy Fit Plugin per poter utilizzare la band.
Niente di invasivo ma è giusto segnalarlo.

Galaxy Wearable

icona app Galaxy Wear

La connessione tra il dispositivo e lo smartphone è immediata ed avviene tramite una semplicissima procedura.
L’applicazione è intuitiva e ben strutturata oltre ad essere curata nei dettagli: dal menù a tendina possiamo connettere altri dispositivi, disconnettere quello in uso, controllare le autorizzazioni e contattare Samsung in caso di problemi.

Ci sono poi diverse opzioni nella pagina principale divisa in 2 tag, nella prima chiamata Home troviamo:

  • Samsung Healt: per accedere all’applicazione dedicata alla salute ed ai resoconti delle attività.
  • Impostazioni salute: da cui è possibile attivare le notifiche salute, stabilire un obiettivo in termini di passi ed attivare o disattivare il rilevamento automatico delle attività.
  • Sveglia: da cui è possibile attivare una sveglia generando una vibrazione all’orario stabilito.
  • Meteo : da cui è possibile tarare le impostazioni per questo ambito.
  • Trova fascia personale: farà vibrare la band in modo da poterla eventualmente ritrovare.
  • Notifiche: da qui è possibile selezionare le applicazioni che condivideranno la notifica dello smartphone con la fitband. Sono presenti tutte le più famose quali WhatsApp, Messenger, Telegram, Instagram, GMail ecc.
  • Widget: da qui si possono gestire i widget (ve ne ho parlato prima nella sezione funzioni) consultabili direttamente sul dispositivo.
  • Vibrazione: per attivare o disattivare la vibrazione della fitband.

e poi ancora alcune impostazioni avanzate, la possibilità di effettuare un backup, le informazioni generali sul dispositivo e quelle sull’applicazione.

Nella seconda tab, chiamata Quadranti orologio, troviamo 6 possibili watchface da poter utilizzare sul dispositivo.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Samsung Healt

Samsung galaxy fit e recensility
Icona app Samsung Healt

Samsung Healt è l’applicazione dedicata da Samsung alla salute e al rilevamento delle attività mediante i suoi dispositivi.
E’ davvero completa è realizzata con cura maniacale: è da molti (me compreso) considerata una delle migliori applicazioni nel suo ambito e meriterebbe decisamente un articolo dedicato. Forse un giorno lo scriverò.
Per ora vi lascio una galleria di immagini così che possiate farvi un’idea della bontà del prodotto.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Rilevamenti Sportivi

Il rilevamento automatico delle attività è abbastanza efficace ma ovviamente non accurato come altri dispositivi; lo start è autonomo ma bisogna ricordarsi di fare un doppio tap (cosa che io ho ovviamente scordato) per dare lo stop.
I parametri che si possono consultare sull’app Healt sono i classici e ve li mostro qui in questa gallery:

Questo slideshow richiede JavaScript.

Samsung Galaxy Fit E ha avuto la sfortuna di subire, per primo, il paragone con Garmin Vivoactive 3 ,stessa attività con i 2 dispositivi uno per braccio.
Ovviamente ne è uscito, nonostante una buona performance, con le ossa rotte (dai su, era assolutamente pronosticabile!).
In conclusione direi che il sensore che mi ha convinto meno è quello dedicato al battito cardiaco, poco preciso e tanto energivoro.

ACQUISTA SAMSUNG GALAXY FIT E SU AMAZON

Batteria

La batteria all’interno di Samsung Galaxy Fit e è da 70 mAh e, con tutte le funzioni attive ha un’autonomia di al massimo 3 giorni.
Un po’ pochino direi.
Certo, rinunciando alle notifiche la situazione migliora decisamente, però per quanto mi riguarda, trovo assurdo limitare le potenzialità e le funzionalità (per il mio utilizzo fondamentale quella delle notifiche ad esempio) di un dispositivo da polso solo per avere un’autonomia maggiore.

Il sistema di ricarica a pin non è dei più comodi, ma comunque nella media e con un incastro solido che garantisce un buona ricarica per il dispositivo.

Samsung galaxy fit e recensility
Il supporto di ricarica

Altre info

  • Dimensioni: 16 x 40,2 x 10,9 mm
  • Sistema Operativo: FreeRTOS
  • Ram: 128 Kb
  • Antenna GPS non presente

Leggi anche:  Recensione Xiaomi: Asciugamani e occhiali da sole!!

Prezzo

Samsung Galaxy Fit E è in vendita su Amazon, sul sito ufficiale Samsung e in molti grandi store di elettronica per una cifra leggermente inferiore ai 40 €.

Conclusioni

Pro

  • Dimensioni e peso estremamente contenuti
  • Ottima indossabilità, sembra di non averlo al polso
  • Esteticamente fine ed elegante (sicuramente indicato anche per le ragazze)
  • Sensori di buona fattura e affidabili (qualche dubbio su quello dedicato alla f.c.)
  • Impermeabilità e resistenza fino a 5 atmosfere
  • Applicazioni Galaxy Wearable e Samsung Healt di qualità assoluta

Contro

  • Prezzo un po’ alto rispetto alla concorrenza
  • Display forse eccessivamente piccolo
  • Autonomia troppo limitata

Come sempre, se un dispositivo ha più pro che contro, non può che essere promosso.
Certo il prezzo è un po’ alto (almeno 8€ sono solo per il marchio Samsung), però la cura delle applicazioni (condivise anche con i dispositivi da polso più costosi del brand), la bontà dei materiali costruttivi e l’assoluta semplicità di utilizzo rendono sicuramente Samsung Galaxy Fit E una ottima fitband.

Voto Generale 7,5 – Voto rapporto Qualità/Prezzo 6,5


Bene, per questo articolo è tutto, se vi fosse piaciuto vi invito a condividerlo con tutti coloro che potrebbero essere interessati; inoltre c’è la possibilità di commentare nella sezione dedicata qui sotto se aveste domande, dubbi o perplessità.
Io vi ricordo di iscrivervi al sito tramite mail e di seguirci sui nostri Social:
Facebook , Instagram , Telegram e YouTube 

Un saluto!

Author: Gigi Cioffi

Rispondi