Redmi Note 7: Recensione completa - Best buy si, ma...

Redmi Note 7 è sicuramente uno smartphone che ha fatto del rapporto qualità/prezzo un vero punto di forza, sotto alcuni aspetti è persino riuscito a spostare il baricentro delle forze che regolano il rapporto tra funzionalità e fascia di mercato.

Ho avuto la fortuna di portarlo con me nel recente viaggio a Porto, durante il quale ho avuto la possibilità di spremerlo a fondo per capire al meglio quali siano le sue potenzialità (e le sue debolezze).

Leggi anche:  Il nostro viaggio (poco tech) a Porto

In molti hanno scritto prima di me su Redmi Note 7 e, prima di produrre questa recensione, sono andato a curiosare quali fossero le opinioni di alcuni altri colleghi.
Beh la sensazione che ho provato è stata più o meno la stessa, articolo dopo articolo, ovvero che l’entusiasmo (perfettamente giustificato) per la qualità complessiva del dispositivo, abbia un po’ oscurato quelli che sono i difetti presenti.
Tutto si può perdonare alla fascia bassa, però mi sembra giusto almeno segnalare.

Comunque, ovviamente, non voglio entrare in polemica con nessuno, come sempre sarò sincero e vi racconterò la mia esperienza con questo smartphone.
Partiamo con la recensione video (che ho deciso debba tornare ad essere meno tecnica e più d’opinione) per poi dedicarci al classico contributo scritto in cui sviscerare tutti gli argomenti, ovviamente partendo dal sommario.

RedmiNote7: Recensione completa - Best buy si, ma...


Andiamo con ordine

  • Aspetto & Materiali
  • Display
  • Sistema
  • Batteria
  • Fotocamera
  • Connettività
  • Audio & Gaming
  • Altre info

Aspetto & Materiali

Il design di questo smartphone non è assolutamente di innovativo, anzi, da questo punto di vista (anche se è una questione più funzionale in realtà) l’unico fattore degno di nota è la presenza della USB C come porta di ricarica. Non scontato per la fascia bassa del mercato.

Il frame è realizzato in plastica, sicuramente di ottima qualità infatti non è per niente cheap nemmeno al tatto.
Vetro al posteriore, elegante nella colorazione nera (che è quella che possiedo).
Le dimensioni sono generose 159,2 x 75,2 x 8,1 per un peso di ben 186 grammi! Considerando che la scocca non è metallica stiamo parlando di una grammatura considerevole (fattore però interpretabile come sintomo della bontà delle plastiche utilizzate).

Cornice destra: accensione/spegnimento e tasti volume
Bordo superiore: infrarossi e foro per il jack delle cuffie
Cornice sinistra: carrellino per 2 SIM o una SIM più l’espansione di memoria
Bordo inferiore: microfono, altoparlante e USB Type C (tipo 2)
Lato posteriore: doppia fotocamera e sensore per impronte digitali

Da segnalare che in confezione è presente la coverina protettiva, trasparente ma opaca, bell’iniziativa di Redmi, difficile trovarla negli smartphone di fascia bassa.

Per quanto riguarda l’uso ad una mano è abbastanza normale, viste le dimensioni e il peso, che sia piuttosto difficoltoso.
I bordi del dispositivo arrotondati e il fatto che sia poco scivoloso agevolano, non si può negare però che per una mano piccina sia davvero complicato un uso agevole.

A dire il vero però, questa è più una questione di “moda del momento” che un’effettiva di colpa di Redmi Note 7.

Leggi anche:  REDMI NOTE 7 - Unboxing e prime impressioni

Questo slideshow richiede JavaScript.

Display

Scelta conservativa ma piuttosto intelligente quella di utilizzare questo pannello IPS da 6,3″, dietro c’è lo zampino di Xiaomi (da cui Redmi ha ottenuto l’indipendenza pur rimanendo nell’orbita del colosso cinese) che ne garantisce prestazioni ed affidabilità.

E’ presente un notch a goccia che ospita la fotocamera frontale, mentre la capsula auricolare è posta leggermente sopra.
Si comporta bene sotto la luce diretta del sole (grazie al cielo altrimenti ad Oporto sarei stato rovinato) e si presta ad una buona fruizione di contenuti video multimediali a patto di guardare il display rigorosamente in maniera frontale e il più possibile al buio.

Infatti angoli di visuale e “il nero” sono i 2 difetti maggiori.
Nel complesso comunque un buon display di fascia comunque bassa o medio/bassa.

ACQUISTA REDMI NOTE 7 su AMAZON

Sistema

La mia versione è quella da 4 GB di Ram e 64 di memoria utente, ma sono presenti anche i tagli 3/32 (che però io sconsiglio decisamente) e 4/128.

Ho apprezzato particolarmente la scelta di armare Redmi Note 7 con lo Snapdragon 660, processore non di “primo pelo”, ma storicamente affidabile e dalle prestazioni valide (poi chissà quanti ne avranno ancora a magazzino da far fuori!).
Meno apprezzata, dal mio punto di vista, la scelta di “affiancargli” la MIUI, nella sua decima versione (continua a non mostrare le notifiche in home!).
Non mi piace particolarmente e in teoria avrebbe potuto esporre il sistema a problemi di efficienza e prestazione. Per me sarebbe stato meglio Android One, ma forse anche volendo, non avrebbero potuto.

Ma in pratica?
Beh, nell’uso quotidiano niente da dire, il sistema gira fluido, le applicazioni si aprono in tempi ragionevoli e l’esperienza è sommariamente piacevole.

Nell’uso molto stressante, e qui mi lego al discorso iniziale in cui nessuno ha segnalato nulla, i problemi ci sono, eccome.
Durante il viaggio ad Oporto mi è capitato di utilizzare a ripetizione Google Maps, l’applicazione fotocamera per video e foto, i social, applicazioni per mezzi di trasporto e per la descrizione dei monumenti e più di una volta il sistema è andato in palla.

Niente di grave, un riavvio forzato e tutto è tornato alla normalità, ma questo mi sembra un aspetto da dover segnalare.
Ripeto, è una condizione che si può perdonare vista la fascia di prezzo, ma non si può fingere che non esista.

Recentemente il sistema è stato aggiornato alla versione MIUI 10.3 (la situazione potrebbe già essere stata migliorata) e le patch di sicurezza ad oggi (data in cui scrivo l’articolo) 8 Maggio 2019 sono aggiornate ad Aprile.

Leggi anche:  Huawei Mate 20 Lite,Recensione- Più Mate o più Lite?

SCHEDA TECNICA

Batteria

Super!
Si la parola migliore per descrivere l’autonomia di Redmi Note 7 è super.
La batteria è integrata da 4000 mAh, supporto la ricarica rapida ma non quella wireless.

Con un uso normale del telefono, si può tranquillamente arrivare a coprire due intere giornate con un solo ciclo di ricarica, inoltre non ho da segnalare particolari riscaldamenti neanche durante la registrazioni di video piuttosto lunghi.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Fotocamera

Partiamo dal comparto posteriore composto da una camera principale da 48 MP con apertura 1,8 più una camera supporto da 5 MP per gli effetti bokeh.
Le camere sporgono molto rispetto alla scocca, addirittura oltre la coverina di protezione e questa cosa un po’ mi infastidisce.

I 48 MP della camera principale sono un po’ un modo di mostrare i muscoli, in realtà se ne sfruttano a pieno solo 12 nella modalità automatica (questione noiosa e che non ho nemmeno capito del tutto ma non mi interessa particolarmente) e la presenza della camera secondaria è utile solo in rari casi.

Comunque nel complesso si possono scattare ottime foto, anche in condizione di luce complicate o di sera.
L’ AI è una delle migliori in circolazione ma è da utilizzare con le molle perché a volte peggiora gli scatti, specie se sono presenti dei volti.

La fotocamera anteriore da 13 MP fa bene il suo lavoro, da rivedere la sfocatura dello sfondo software nei selfie.
I video si possono girare fino a 1080p a 60 fps, maluccio al buio e non bene neanche la stabilizzazione digitale.

Nel complesso un comparto fotografico che è comunque un vero e proprio lusso per la fascia di mercato in cui è inserito.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Connettività

Bene il bluetooth 5.0 grazie al quale non ho avuto alcun problema ne con il Garmin Vivoactive 3, ne con le cuffie TWS di Alfawise ne con lo speaker Sony.

Decisamente diversa la storia per quanto riguarda GPS e ricezione telefonica, anche in questo caso però nessuno ha segnalato nulla.

Partiamo dal GPS: spesso ad Oporto ha perso il segnale anche in luoghi non particolarmente impervi, rendendo complicata la navigazione per la città. Fortunatamente Giulia aveva con se il suo Samsung Galaxy A7 che invece non riportava alcun problema, condannando di fatto la colpa del Redmi Note 7. Stesso problema anche in uscita dal parcheggio di Malpensa.

Per ben 2 volte poi (e qui, ma anche nel caso precedente, mi spiace non essere stato sufficientemente freddo per documentare il tutto) la ricezione telefonica è completamente sparita, zero.
Dopo aver ipotizzato di tutto e di più, la situazione si è risolta ancora una volta con un riavvio del dispositivo.

Anche queste cose si possono perdonare ad un “fascia bassa” però è stato un notevole fastidio.
Non ha l’NFC ma questo ci può decisamente stare.

ACQUISTA REDMI NOTE 7 su AMAZON

Audio & Gaming

L’audio è mono con l’altoparlante posto nel bordo inferiore del dispositivo.
Volume massimo alto, ottimo soprattutto in chiamata, bassi abbastanza latitanti ma insomma probabilmente non si poteva proprio chiedere di più.

Non è sicuramente un gaming phone e ci mancherebbe, si può comunque giocare senza problemi alla maggior parte dei contenuti presenti su Play store.
Mi sento comunque di sconsigliarvi giochi troppo pesanti, sinceramente ShadowGun Legends non lo ho nemmeno installato.

Altre info

  • SBLOCCO IMPRONTA POSTERIORE: Ottimo, affidabile, forse un po’ passato di moda ma personalmente continuo a trovarlo estremamente comodo.
  • IMPERMEABILITA’: Non è impermeabile
  • RISOLUZIONE DISPLAY: 2340x1080 FHD+ 409 PPI
  • RAPPORTO SCHERMO/CORPO: 93,4%
  • PROTEZIONE DISPLAY: Gorilla ️Glass 5
  • COLORAZIONI: Nero e blu
  • LED di NOTIFICA: monocromatico bianco, posto in basso nel dispositivo. Indispensabile!
  • ESPANSIONE di MEMORIA: fino a 256 GB
Leggi anche:  Sony Xperia XZ1 - Recensione Completa

Prezzo

Già al day one il prezzo di Redmi Note 7 era una vera e propria bomba, ecco qui il link per l’acquisto diretto su Amazon:

Conclusioni

In conclusione a questo articolo non posso che dire che si tratta di un vero affare, a queste cifre non ci sono reali concorrenti e Redmi lo sa bene.
Come vi ho detto in precedenza qualche problema c’è ma nel complesso Redmi Note 7 è un dispositivo valido, che in più va ringraziato perché ha smosso il mercato, per una volta, in direzione dell’acquirente.

Alla luce dei difetti che ho segnalato e della mia esperienza personale però non mi sento, a differenza dei colleghi, di attribuirgli un voto troppo alto. Il cellulare lo uso per lavoro e preferisco, ed è opinione personale, che uno smartphone dall’ottimo rapporto qualità/prezzo sia più orientato verso all’affidabilità piuttosto che al comparto fotografico. In ogni caso:

Voto 7: Promosso ma non troppo


Bene, per questo articolo è tutto, se vi fosse piaciuto vi invito a condividerlo con tutti coloro che potrebbero essere interessati; inoltre c’è la possibilità di commentare nella sezione dedicata qui sotto se aveste domande, dubbi o perplessità.
Io vi ricordo di iscrivervi al sito tramite mail e di seguirci sui nostri Social:
Facebook , Instagram e YouTube 

Un saluto!

Author: Gigi Cioffi

Rispondi