Sony Xperia XZ1 - Recensione Completa

L’aggettivo migliore per definire questo Sony Xperia XZ1 è…diverso, perlomeno esteticamente.
Non perché Sony abbia deciso di cambiare le sue “classiche” linee, anzi, diverso perché non segue le mode e soprattutto non va a scimmiottare brand che, in tema smartphone, sono più importanti.

E allora niente notch, niente full screen o borderless ma avanti con software molto curato, dimensioni e peso “contenuti” (a quanto pare i 5,2″ sono i nuovi 4,7″) e sblocco con impronta laterale (che stavolta mi ha convinto di più, ricordate il Samsung Galaxy A7)?

Recensione Sony Xperia Xz1

Intro fin troppo lunga, ecco gli argomenti di cui andremo a parlare:

  • Aspetto e materiali
  • Display
  • Sistema
  • Batteria
  • Fotocamera
  • Connettività
  • Audio
  • Gaming
  • Altre info

Aspetto e Materiali

Come già detto in precedenza le linee squadrate classiche del marchio Sony non cambiano anzi ormai sono abbastanza iconiche.

Le dimensioni di questo Sony Xperia Xz1 sono 148 x 73 x 7.4 mm e il peso è di 155 grammi, quasi inutile dire che risulta comodo e maneggevole in maniera notevole rispetto a tanti altri smartphone.

La scocca è completamente in metallo e in colorazione nera (che è quella che possiedo) a parer mio è davvero molto bello e intrigante.

Bordo sinistro: carrellino per espansione di memoria e slot nano sim.
Bordo destro: tasti volume, sensore di impronte laterale integrato nel pulsante accensione spegnimento e tasto rapido per fotocamera.
Bordo inferiore:  microfono e connettore USB type C.
Bordo superiore: secondo microfono e foro per jack delle cuffie.
Lato posteriore: fotocamera 19 mpx F2.0 flashled e sensore 3D.

Le antenne sono integrate nel frame e creano un bell’effetto considerando i bordi molto stondati.

Contenuto della confezione

Lo abbiamo già visto nell’unboxing ma lo possiamo sintetizzare in:

  • Smartphone
  • Auricolari (qualità standard)
  • Cavo di ricarica USB-C
  • Caricatore 1500mA
  • Manualetti

Questo slideshow richiede JavaScript.

Display

Il display di questo Sony Xperia Xz1 è un Ips, HDR full Hd da 5,2″ che non è sicuramente un punto di forza ma comunque si difende bene.
In effetti arrivando dall’Amoled di OnePlus 6t la differenza si vede, ma attenzione, rimane comunque un buon display con buoni colori (tarabili, vedi foto) e una luminosità più che sufficiente.

Leggi anche:  Samsung Galaxy A7 Recensione completa ma flash

La parte frontale ospita inoltre, nella banda superiore, la fotocamera anteriore da 13 mpx, il led di notifica, il sensore di prossimità.
Gli Altoparlanti sono presenti in entrambe le bande, superiore ed inferiore.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Sistema

Dopo essere stato uno dei primi a ricevere Oreo tempo fa, attualmente Xperia Xz1 lavora con Android Pie e ancora una volta Sony conferma la bontà del proprio lavoro per quanto riguarda la parte software.

Uno Snapdragon 835 muove questo smartphone con 4 GB di Ram e 64 di archiviazione (espandibile).
Il sistema generale non è certo un lampo in quanto a velocità ma è veramente piacevole da utilizzare questo telefono.
Bello e intuitivo il menù di impostazioni e le varie applicazioni girano senza grossi problemi.
Per le più pesanti c’è da aspettare un pelo, ma niente di particolarmente fastidioso.

Le patch di sicurezza ad oggi sono aggiornate al 1 Dicembre 2018.

SCHEDA TECNICA

Batteria

Come giudicare un dispositivo con una batteria da 2700 mAh quando sul mercato cominciano ad apparire smartphone dotati di batteria da 5000 mAh?

Assolutamente bene…e con un gigantesco chissene ai 5000mAh!

Ci pensa il software a metterci una pezza, infatti si arriva tranquillamente a fine giornata senza particolari problemi.

Due, eventualmente, le modalità di risparmio energetico disponibili (Stamina e Ultra Stamina) e soprattutto la possibilità di far ricaricare in modo estremamente lento ma pianificato il telefono, preservando così la vita naturale della batteria stessa.

 

Fotocamera

Una sola fotocamera al posteriore, da 19 mpx, che però è supportata ottimamente da un software che convince parecchio.

Il tasto fisico per lo scatto rapido e l’ottima propensione ad “aggiustare” il setting in modalità automatica sono 2 grandi punti di forza di questo Sony Xperia Xz1.

Leggi anche:  Xiaomi Mi A2 Lite: recensione completa, qualità/prezzo al top!

Sono simpatiche anche le modalità di realtà aumentata a cui dedicherò presto un video e un articolo perché ci sarebbe da dilungarsi un po’ troppo.

Davvero tantissime le regolazioni disponibili sia per quanto riguarda le foto sia per i video, che possono essere realizzati fino in 4K.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Connettività

Ha l’NFC, chip bluetooth 5.0 e il connettore di ricarica è Usb di tipo C.

Ho riscontrato qualche problemino di ricezione dal punto di vista telefonico, sia con Iliad che con Vodafone, ma non si tratta di una questione eclatante: rispetto ad altri telefoni, a volte una “tacchetta” in meno.

Audio

Qualità sonora, stereo, ottima, e se mi seguite, sapete che non mi soddisfa praticamente mai l’audio degli smartphone.
Volume massimo (fortunatamente) non altissimo ed esperienza generale davvero molto positiva.
E’ presente il foro per il jack delle cuffie, quelle in dotazione sono standard e comunque sufficienti.

Gaming

Il voto giusto è una sufficienza molto abbondante.
I giochi più pesanti impiegano un tempo ragionevole ad aprirsi e poi in gaming non ho da segnalare particolari problemi.

Nelle sessioni più intense scalda, ma non tanto quanto mi sarei aspettato.

Direi però, come “conformazione fisica”, Sony Xperia Xz1 non è propriamente uno smartphone da gaming.

Da segnalare la presenza dell’app PS (Playstation) per collegare lo smartphone con la propria Play, avrei tanto voluto provarla ma non possiedo la console.

Altre info

Prima del classico elenco vorrei dedicare una menzione particolare per lo sblocco con l’impronta digitale posto sul tasto di accensione/spegnimento sul fianco destro dello smartphone.

Mi è piaciuto molto di più rispetto a quello di Galaxy A7 che avevo criticato nella recensione.
Non c’è il limite di 3 impronte registrabili e soprattutto è incredibilmente efficace. Ottimo!

  • 6 le opzioni di gestione della griglia icone da 3X4 a 5X6
  • 5 anche le possibilità di scelta tra le transizioni pagina
  • Molto ben strutturata l’applicazione Album nativa Sony
  • 4 le colorazioni disponibili: Nero, Moonlight Blue, Venus Rosa e Argento Caldo.
  • Il led di notifica è piccolo ma efficace
  • Nessun problema di connessione con i vari smartwatch e auricolari true wireless provati
  • Tanti i temi disponibili gratuitamente e non
Leggi anche:  Unboxing pre-Black Friday...ho fatto una vaccata incredibile!

Prezzo

Nonostante sia stato un top di gamma attualmente il suo prezzo è più che abbordabile.
Amazon da tempo lo tiene in offerta, ecco il link per l’acquisto: https://amzn.to/2RacnrS

Conclusioni

In conclusione non mi rimane che dire che è stato un vero piacere passare una ventina di giorni con questo Sony Xperia Xz1.
Al prezzo attuale è praticamente come un campione a fine carriera che però ha ancora diverse cartucce da sparare. Non è una bestemmia dire che vale molto di più di tanti smartphone di fascia medio/bassa immessi sul mercato dopo di lui.

Ok non rispecchierà il massimo dell’innovazione ma, a parer mio, Sony fa bene ad insistere sulle proprie linee e sul proprio stile (le stime di mercato però forse un po’ mi smentiscono).

Promosso con qualche riserva!


Bene, per questo articolo è tutto, se vi fosse piaciuto vi invito a condividerlo con tutti coloro che potrebbero essere interessati; inoltre c’è la possibilità di commentare nella sezione dedicata qui sotto se aveste domande, dubbi o perplessità.
Io vi ricordo di iscrivervi al sito tramite mail e di seguirci sui nostri Social:
Facebook , Instagram , Telegram e YouTube 

Un saluto!

Author: Gigi Cioffi

Rispondi