Accadeva oggi: 15 Novembre - Microsoft sfida Playstation

La storia in breve dei raggi X

Nel 1985 il fisico Wilhelm Conrad Röntgen scoprì, quasi accidentalmente, quelli che ancora oggi vengono chiamati raggi X.

Egli era impegnato, in una stanza scura, a condurre esperimenti sul passaggio della corrente elettrica attraverso gas a bassa pressione quando fu colpito dalla fluorescenza di un foglio di carta ricoperto da sostanza fosforescente.
Comprese di aver scoperto un nuovo tipo di radiazione che nel suo primo annuncio ufficiale denominò appunto raggi X, sottolineandone la natura sconosciuta.

Correlati

Nel 2010, a 115 anni da quell’ 8 novembre, Google ha celebrato la scoperta di Röntgen con un doodle globale che presenta il logo con l’effetto di una radiografia.

Per ulteriori approfondimenti e per conoscere nel dettaglio cosa sono e a cosa servono i raggi X, vi mettiamo nella sapienti mani di wikipedia cliccando questo link .


Bene, per questo articolo è tutto, se vi fosse piaciuto vi invito a condividerlo con tutti coloro che potrebbero essere interessati; inoltre c’è la possibilità di commentare nella sezione dedicata qui sotto se aveste domande, dubbi o perplessità.
Io vi ricordo di
iscrivervi al sito tramite mail e di seguirci sui nostri Social: Facebook , Instagram , Twitter e YouTube 

Un saluto!

Leggi anche:  Qualche consiglio per navigare on-line in sicurezza

Author: Gigi Cioffi

Rispondi