Google Stadia è il nuovo innovativo servizio di streaming per giocare con i videogame senza spendere una fortuna. Facciamo il punto della situazione e vediamo perché potrebbe essere una chiave di volta nel panorama video ludico.

Google Stadia in sintesi

Su Google Stadia ne ha parlato il buon Riccardo in questo articolo e il buon Gigi in questo video, entrambi sottolineando il nuovo ospite di una delle manifestazioni più importanti per gli sviluppatori di videogiochi, il Game Developer Conference.

Stadia Official Reveal Trailer: The Future of Gaming from Google
Il trailer di presentazione ufficiale per la nuova piattaforma Google

Google, nel suo keynote, ha presentato un innovativo servizio di streaming con cui chiunque potrà giocare ai suoi videogiochi preferiti, con qualunque dispositivo (smartphone, Chromecast, tablet, etc), a patto che quest’ultimo sia connesso ad Internet.

I Data Center di Google si occupano di tutto, tramite apposito hardware, ovvero un sistema con CPU X86 Custom e GPU AMD Radeon RX Vega 56, il tutto accompagnato da 16 GB di RAM e disco SSD, in modo da garantire una risoluzione massima di 4K@60 fps ed un potenza di calcolo pari a 10,7 teraflops, più di una PS4 Pro (4.2 teraflops) e di una Xbox One X (6.0 teraflops).

google stadia data center google during keynote
Il sistema Stadia dentro un Data Center Google (foto presa dal keynote)

Come chicca infernale (per dirla alla Gigi), Google ha lasciato qualche indizio su come gestirà i problemi di lag, alcune delle tecnologie con supporto dell’ AI usabili dagli sviluppatori ed un joypad che si collega direttamente al server dove viene eseguito il nostro gioco. Allora perché dare un’opportunità a questa piattaforma?

Leggi anche:  KDE Connect: come gestire le notifiche Android sul portatile

1) Indipendenza dall’hardware

Tutti conosciamo lo streaming e le possibilità offerte, dall’ascoltare la tua musica preferita fino a gustarti quella nuova serie televisiva senza doverla scaricare sul tuo computer. Il binomio tra streaming e gaming pensato da Google Stadia consiste soltanto nel disporre di una buona connessione ad Internet e il gioco è fatto!

google stadia keynote qualunque dispositivo

Rendere l’hardware una responsabilità di Google equivale a meno noie (e costi) per l’utente, basta solo collegarsi con l’apposito link del gioco da qualunque dispositivo (smartphone, pc, portatile, tablet, smart tv, etc…) e mettersi comodi. Inoltre, ogni partita potrà essere salvata in cloud, quindi potrete riprenderla in qualunque momento e con qualunque dispositivo.

Google ha dichiarato, infine, l’intenzione di aggiornare la piattaforma per adeguarla alle nuove esigenze di potenza richieste dai videogiochi.

“Il futuro del gaming non è in una scatola”

2) Partecipare con un solo link

Come detto sopra, è sufficiente un link per potersi collegare a Google Stadia e iniziare a giocare. Basta vedere un video del gioco su Youtube, da un qualunque canale (ad esempio dal nostro canale), per cliccare sul tasto “Join this game” e iniziare a giocare, lasciando presagire la possibilità di giocare assieme al vostro Youtuber preferito e scatenare battle royale impensabili prima d’ora.

Unirsi alla partita in corso e sfidarsi, mai stato così facile
google stadia link youtube

I link, poi, sono accessibili da qualunque altro sito, basta soltanto cliccarci sopra. La versatilità di Google Stadia raggiunge livelli impensabili fino a poco tempo fa. Le richieste per poter sfruttare Google Stadia sono davvero interessanti, si parte da una connessione a 10 Mbps per giocare a 720p, che arriva ai fatidici 4k con una connessione da 35 Mbps, davvero notevole.

Leggi anche:  Garmin in grande spolvero, tante offerte interessanti su diversi prodotti

Magari, sarà il pretesto per sfidarci sul nostro canale?

3) Supporto massimo

Ogni qual volta nasce una nuova piattaforma di gioco, l’importanza di avere dalla propria un buon numero di partner è strategico ed essenziale. Google Stadia vanta già due nomi notevoli: Ubisoft e id Software. Se l’ultima sta lentamente tornando alla ribalta con la serie Doom, la prima non ha bisogno di presentazioni. Ciò che stupisce, ancora, è la disponibilità di motori grafici presenti, quali il Cry engine, Unity e Unreal.

I loghi di Ubisoft e Id Software

Al momento di pubblicazione, i giochi confermati sono:

  • Wolfstein: Youngblood
  • Baldur’s Gate III
  • Gylt
  • Get packed
  • Dragon Ball Xenoverse 2
  • Tomb Raider Trilogy
  • Final Fantasy XV
  • Ghost Recon Breakpoint
  • The Division 2
  • Borderlands 3
  • Football Manager 2020
  • samurai Showdown
baldur's gate 3
Baldur’s Gate III confermato su Google Stadia

4) Prezzi

È questo il punto più importante di Google Stadia, quanto costa all’utente tutta questa chicca? Poco! Per accedere alla piattaforma sono previste le seguenti tipologie

  • Google Stadia Pro: un abbonamento mensile al costo di soli 9.99$ mensili per godere della massima risoluzione, audio 5.1, nuovi giochi gratuiti subito disponibili e sconti esclusivi.
  • Google Stadia Founder: un kit con tutto ciò che serve per iniziare a giocare a 129$ reperibile a questo indirizzo con annesso abbonamento
  • Google Stadia Base: l’acquisto del singolo gioco senza pagare costi di abbonamento.

Google Stadia riuscirà ad attirare molti videogiocatori, sia per il prezzo competitivo, che giustifichi l’adozione della neonata piattaforma di intrattenimento in streaming, sia per la mole di titoli che accompagnano la sua uscita.

Bene, per questo articolo è tutto, se vi fosse piaciuto vi invito a condividerlo con tutti coloro che potrebbero essere interessati; inoltre c’è la possibilità di commentare nella sezione dedicata qui sotto se aveste domande, dubbi o perplessità.
Io vi ricordo di iscrivervi al sito tramite mail e di seguirci sui nostri Social:
Facebook , Instagram , Telegram e YouTube

Un saluto!

Author: Alessandro Giaquinto

Rispondi